Collaborazione con Giunti #13


♥La casa editrice Giunti mi ha inviato una delle sue ultime uscite, per questo la ringrazio nuovamente.♥

Titolo: Insegnami a vedere l’alba
Autore: Josh sundquist
Editore: Giunti
Pagine: 264
Genere: Romanzo
Prezzo: 13,00€

Will, pur essendo cieco dalla nascita, decide di frequentare un liceo pubblico, vincendo i timori della madre iperprotettiva. Inizia così un’esilarante tragicommedia: in mensa si siede sulle gambe di un compagno, una ragazza ha una crisi di nervi convinta che lui la stia fissando… Per riparare, Will si offrirà di aiutarla a scrivere un articolo su una mostra di Van Gogh: impresa difficilissima, perché a Will mancano totalmente il concetto di prospettiva, di colore, e Cecil deve spiegargli ciò che vede evitando qualsiasi metafora visiva.

Quando a Will viene offerta la possibilità di affrontare un’operazione sperimentale che potrebbe ridargli la vista, il padre, medico, cerca di dissuaderlo perché i casi di successo sono rarissimi e le ricadute psicologiche spesso pesantissime. Ma Will decide di rischiare e le conseguenze, seppur inaspettate e difficili da superare, gli rivoluzioneranno meravigliosamente la vita.

Leggere questo libro è stata per me un’esperienza che mi ha permesso di acquisire più conoscenze in alcuni campi.
Non si può immaginare come sia la vita di un cieco, se non lo si è davvero.
Probabilmente pensiamo che dietro al loro sguardo ci sia comunque qualcosa, tipo l’immaginazione o comunque qualcosa che assomiglia a ciò che non vediamo quando abbiamo gli occhi chiusi.
In realtà non è così: per chi nasce cieco esiste solo il vuoto, non è possibile immaginare qualcosa se non hai mai visto nulla.
La storia di Will è straziante e piena di speranza, viene raccontata con sarcasmo ma è molto simile a quella di tantissimi ragazzi. Sua madre si strapperebbe gli occhi e glieli donerebbe, se solo potesse. Ma non si può.
I progressi nella medicina sono l’unica speranza per i ragazzi che come Will non hanno mai avuto il piacere di conoscere i colori, e tutto ciò mi riempie il cuore di gioia.
Lo so che questa recensione dovrebbe semplicemente parlare del romanzo, ma come posso ignorare tutti gli spunti di riflessione che mi ha lasciato?
Un libro dovrebbe farti pensare, dovrebbe aprirti il cuore e darti la voglia di conoscere.
Per me “Insegnami a vedere l’alba” è riuscito a fare tutte le cose che ho appena elencato.
La scrittura è meravigliosa, perfetta per un libro che vuole avvicinarsi ai più giovani senza cadere mai nel banale.

 

Commenta con Facebook!

commenti

I commenti sono chiusi.