Come diventare uno scrittore facendo un viaggio

Come diventare uno scrittore facendo un viaggio


A tutti capita di ritrovarsi a combattere contro il blocco dello scrittore. Ma non tutti sanno che per combatterlo al meglio dei propri mezzi forse vale la pena piuttosto preparare le valige e partire. Non c’è niente come un nuovo viaggio per migliorare il proprio stile. Non è chiaro se ad aiutare particolarmente sia il cambio di paesaggio o gli sconosciuti interessanti che si ha modo di conoscere o semplicemente la sensazione rilassante dell’essere lontano da casa e dalla propria scrivania ma il viaggio molto spesso fa bene al corpo ma anche allo spirito.

Incontrare nuove persone ti aiuterà a creare nuovi personaggi

Ogni nuova persona che incontri nella tua vita è un’opportunità per creare un nuovo personaggio nella tua scrittura. Quando si viaggia, queste possibilità aumentano in modo esponenziale, perché non si conosce mai il tipo di persona che ci siederà accanto sull’aereo, o che magari serve cibo nel ristorante dove mangeremo o che potremmo incontrare nel bar dell’hotel. Ogni sconosciuto, con le proprie storie di vita o esperienze, coi suoi sguardi e i suoi atteggiamenti, credo e gusti personali, può diventare l’eroina perfetta o l’eroe per la tua storia. Basta chiedere a J.K. Rowling, i cui personaggi incredibili sono stati ispirati a persone reali e che l’autrice ha incontrato in prima persona.

I luoghi sconosciuti possono diventare nuove ambientazioni

Il discorso relativo all’incontrare persone sconosciute mentre si viaggia vale anche per i nuovi posti che si visitano. Anche i luoghi, infatti, possono aiutare a sviluppare l’impostazione di base per la stesura di un nuovo progetto o possono dare nuova linfa a qualcosa che si sta sviluppando. Sia che si tratti della bellezza mozzafiato delle meraviglie della natura, il trambusto di una strada cittadina, o l’aspetto unico di un ristorante straniero, ogni nuovo posto in cui si finisce potrebbe essere l’ambiente giusto per la tua prossima grande storia. Prendi tutto ciò che vedi, dallo sfondo ai piccoli particolari, perché non si sa mai cosa si potrebbe usare nel tuo prossimo romanzo.

Esplorare diverse culture possono arricchire le tue storie

Se stai visitando una piccola città negli Stati Uniti o in una grande città da qualche parte nel mondo, ogni nuovo posto in cui andare è un’altra opportunità per essere immersi nella cultura di qualcun altro. Dal cibo, dalla lingua all’arte, alle abitudini religiose, ogni posto ha il proprio insieme di norme, regole e fedi che è possibile esplorare e sperimentare in prima persona nel corso del viaggio. Più si conosce un posto, meglio se ne conosce la cultura e le persone e più sarà facile scriverne. Tutto ciò aiuta davvero nel creare personaggi ed esperienze più autentiche in cui tutti i lettori possano riconoscersi.

Un po’ di relax non ha mai fatto male alla scrittura

Trovare nuovi posti, incontrare nuove persone e immergersi in nuove culture può certamente rendere la tua scrittura migliore, ma il resto e il relax che viene con i viaggi non fa male. Ogni scrittore, sia che si tratti di un giornalista politico o di un aspirante poeta, ha bisogno di una piccola pausa anche e soprattutto nel momento in cui sta tentando di creare un nuovo progetto creativo. Viaggiare è l’occasione perfetta per trascorrere il tempo a pianificare e a creare.

Ti costringe a ragionare oltre i soliti punti di vista

Non c’è niente di peggio di uno scrittore che non cambia punto di vista. Generalmente, il modo migliore è provare a viaggiare. Quando si viaggia, si è letteralmente forzati ad uscire dalla propria confort zone, lontano dai luoghi dove si scrive sempre, dalle persone che si incontrano sempre e via dicendo. Partire e vivere in un posto sconosciuto aiuta a guardare le cose da un punto di vista diverso e completamente nuovo.

E’ un’esperienza educativa diversa da qualsiasi altra

I migliori scrittori non smettono mai di imparare. Continuano a leggere, a impegnarsi per imparare nuove abilità, riempiendo i loro cervelli con ulteriori informazioni per migliorare la loro scrittura. Ma non tutti gli scrittori possono permettersi di essere degli studiosi per il resto della loro vita e, per questo motivo, il viaggio è un’ottima alternativa all’esperienza educativa. Dalle abilità di pensiero critico che ti dà costringendo a preparare in anticipo piani di viaggio e il diario della vacanza, alle lezioni culturali e storiche che ti insegna mentre sei lì.

Niente ispira tanto quanto la natura

Non importa quello che stai scrivendo, sia che si tratti di un manifesto femminista, di una raccolta di novelle futuristiche, sia di celebri memorie, nulla può ispirarti meglio della bellezza e delle meraviglie che scaturiscono dalla natura. Il viaggio può aiutare a riconnettersi con la madre terra, apprezzare le meraviglie attorno a te e ripristinare la tua mente in modi in cui il mondo degli smartphone, dei cicli di notizie e dei social network non potrebbero mai fare. E’ una vera e propria occasione per ottenere vera aria fresca e utilizzarlo per respirare nuova vita in qualsiasi genere di scrittura che porti avanti.

C’è sempre il tempo per leggere

Di tutti i consigli di scrittura che potreste aver sentito, letto o addirittura condiviso ce n’è uno che sicuramente tutti avrete sentito: se si vuole imparare a scrivere, bisogna leggere. E viaggiare rappresenta l’occasione giusta per farlo. Se sei in aeroporto e stai aspettando il tuo aereo, per rilassarsi su una spiaggia durante le vacanze estive o rilassarsi davanti al fuoco in un bosco, la lettura è praticamente un requisito di viaggio.

Il viaggio stesso è una storia

Da “Sulla strada” a “Mangia, Prega, Ama”, una lunga sfilza di autori hanno usato i loro viaggi per trasformarli in storie, sia autobiografiche che fittizzie. Utilizza il tuo viaggio, sia con la famiglia alla casa sulla spiaggia, con amici o in una nuova città, o da soli in un luogo misterioso e affascinante.. approfittane per lanciare il tuo nuovo progetto di scrittura.

 

Fonte: Libreriamo

 

Commenta con Facebook!

commenti

Lascia un commento

*